Vacanzine romane II

Pubblicato: 11 luglio 2007 in moda, notizie ansa, uomini, viaggi, visite

Sabato mattina mi sono svegliata di buon’ora. Quando sono in vacanza l’ora buona è quando non suona la sveglia. Avevo proposto di visitare Palazzo Madama aperto al pubblico, e quello era il programma della mattinata.

Mentre l’astrombettista stava valutando la possibilità di aprire gli occhi e svegliarsi in vista di un temporaneo abbandono del letto, ho acceso la televisione in tempo per l’ultimo servizio del Tg1. Proprio la sera prima, mentre io facevo la lost-fan, non troppo distante dalla multisala di Cecchi Gori, c’era stata l’inaugurazione della mostra dedicata a Valentino, in presenza di una vagonata di vips in pompa magna. Mi s’è accesa la lampadina. “Andiamo a vedere la mostra!” ho detto al semidormiente, che ha emesso un grugnito dal significato “Se proprio dobbiamo…”. Con l’entusiasmo disequamente distribuito ci siamo avviati, e passin passino siamo arrivati all’Ara Pacis, che è stato smontato e rimontato come un tavolo dell’ikea in un tripudio di acciaio, travertino, vetro e stucco.

Appena ho visto il tappeto rosso sulle scale ho sentito di essere nel posto giusto. Di fronte all’ingresso un gruppetto di persone con un inquietante cartoncino bianco in mano. Avvicinandomi ho avuto la conferma che la mostra sarebbe stata aperta al popolo pagante solo il giorno dopo. Somma delusione!

Ho sbirciato all’interno. “Guarda chi c’è” – ho detto all’astrombettista scarsamente interessato all’evento. (Lui è molto alto e forse per questo non nota mai niente e nessuno). “C’è Waltere”. Poi ho riconosciuto la Fracci di schiena per il suo look total-white, calze e tulle compreso. Contenta lei.

Alle ore 10,00 il gruppetto si è mosso e un’hostess ci ha invitato a entrare. E qui è accaduto. Quando ho mormorato costernata (mi è venuta fuori una costernazione esemplare) che non avevamo l’invito, la signorina ha detto “Potete entrare lo stesso”.

Gaudeamus igitur!

E così siamo penetrati in quel mondo di bellezza. Senza alcuna esitazione mi sono unita “a chesta cummitiva accussí allèra, d’uommene scicche e femmene pittate“. Per la cronaca, spero che Veltroni se la saprà cavare meglio come guida di un partito perché come guida della mostra era parecchio moscio. Poco dopo ha salutato tutta la compagnia e se n’è andato.

Descrivere il godimento assoluto di fronte a quel popo’ di magnificenza è un compito arduo. Non sapevo dove guardare, tutto era assolutamente bello. Perfino l’astrombettista ha ammesso una certa ammirazione per l’insieme dell’installazione. Però è andato in estasi solo di fronte ai busti di antichi personaggi nel Museo dell’Ara Pacis (sta passando una fase antico-romanofila per certe letture che sta facendo). Nemmeno il vestito rosso di Sharon Stone ha potuto tanto.

Tra luccichii e strascichi, plissè e rouches, qualche sporadico vip si faceva notare (poco). E’ stato bellissimo.

Al ballo di gala poi non abbiamo partecipato, l’astrombettista aveva lasciato il vestito della banda a casa (è l’unico completo scuro che ha) e con le scarpe di tela da 9,90 euro il valzer lento non mi viene tanto bene.

commenti
  1. anonimo ha detto:

    non è vero a te viene bene di tutto, cmq giusto per rinfrescarti la memoria nell’attesa tu-ti fornisca di adeguate calzature…
    http://www.superballo.it/valzlentosala/paginevl/gironaturalechiuso.html

    s(almarechesirompe)

  2. penzogi ha detto:

    Sei alla moda:)))

  3. senzalimiti ha detto:

    vorrei tornare a roma solo per vedere la mostra di valentino. qui a milano quella di armani aveva un allestimento osceno! abiti neri su sfondo nero con luci soffuse…in certe sale non si vedeva nulla!

  4. schlomele ha detto:

    con quelle da 11,90 euro invece il valzer viene che è una sciccheria

  5. marina2007 ha detto:

    mi piace la tua produzione neuronale!
    questo fatto del valzer lento però mi ha delusa un po’.
    Una donna come te deve saper ballare il valzer anche con le pinne.
    La prossima volta voglio trovarti più preparata!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...